Comune di Cassano Magnago
Dove sono > Home


AUTORIZZAZIONE UNICA AMBIENTALE - AUA

UfficioSUAP
Descrizione tipologia Atto abilitante l'attivitàDal 13 giugno 2013, a seguito dell’entrata in vigore il D.P.R.59/2013, le imprese di cui all’articolo 2 del decreto del Ministro delle Attività Produttive 18 aprile 2005, nonché agli impianti non soggetti alle disposizioni in materia di Autorizzazione Integrata Ambientale, sono soggetti alla nuova procedura dell'Autorizzazione Unica Ambientale che sostituisce i seguenti atti di comunicazione, notifica e autorizzazione in materia ambientale:
1) Autorizzazione agli scarichi di cui al capo II del titolo IV della sezione II della Parte terza del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152; restano escluse le istanze di dichiarazione di assimilazione alle acque reflue domestiche e quelle di voltura relative allo scarico in fognatura, per le quali la competenza rimane in via esclusiva in capo all'ATO Provincia di Varese.
2) comunicazione preventiva di cui all'articolo 112 del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152, per l'utilizzazione agronomica degli effluenti di allevamento, delle acque di vegetazione dei frantoi oleari e delle acque reflue provenienti dalle aziende ivi previste;
3) autorizzazione alle emissioni in atmosfera per gli stabilimenti di cui all'articolo 269 del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152;
4) autorizzazione generale di cui all'articolo 272 del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152 (emissioni in atmosfera per gli impianti e attività di cui al citato art.272);
5) comunicazione o nulla osta di cui all'articolo 8, comma 4 o comma 6, della legge 26 ottobre 1995, n. 447 (impatto acustico);
6) autorizzazione all'utilizzo dei fanghi derivanti dal processo di depurazione in agricoltura di cui all'articolo 9 del decreto legislativo 27 gennaio 1992, n. 99;
7) comunicazioni in materia di rifiuti di cui agli articoli 215 e 216 del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152.

Le nuove disposizioni non si applicano ai procedimenti di voltura, per cambio di denominazione del soggetto titolare dell'autorizzazione e di modifica non sostanziale che saranno gestiti direttamente dalla Provincia.

ATTENZIONE: E' fatta salva la facoltà del gestore di non ricorrere all'AUA, quando si tratti solo di autorizzazione di carattere generale ai sensi dell'art. 272 c.2 del D.Lgs. 152/06 e s.m.i.. Anche in questo caso, avvalendosi della modulistica vigente scaricabile nella sezione dedicata per le autorizzazioni in deroga sul sito della Provincia di Varese (ex art. 272 D.lgs 152/2006), l'istanza dovrà comunque essere presentata tramite il SUAP di riferimento e accompagnata da una dichiarazione da parte del soggetto richiedente con la quale questi specificherà che non intende avvalersi dell'AUA e che non è in possesso di altre autorizzazioni/comunicazioni previste all'art. 3 c.1 del DPR 59/2013.

Modalità di presentazione/ritiro dell'instanzaPer disposizioni regionali, l'istanza deve essere presentata ESCLUSIVAMENTE mediante COMPILAZIONE TELEMATICA utilizzando la piattaforma:
www.muta.servizirl.it.

Per le modalità di accesso alla piattaforma www.muta.servizirl.it e per le modalità di compilazione/presentazione dell'istanza, si rimanda alle indicazioni fornite da Regione Lombardia.

L'ufficio SUAP, ai sensi del D.P.R. n. 160/2010, opera quale interlocutore unico tra imprese e P.A. in regime telematico e dematerializzato, pertanto le pratiche presentate in altra forma non potranno essere accolte e verranno considerate irricevibili e inefficaci

ValiditàL'Autorizzazione Unica Ambientale avrà durata di 15 anni a decorrere dalla data di rilascio da parte del SUAP e potrà essere richiesta alla scadenza del primo titolo abilitativo da essa sostituito.

Documentazione da presentare