Comune di Cassano Magnago


Acconciatore - Estetista apertura

UfficioSUAP
Procedimenti collegatiAcconciatore - Estetista subingresso/cessazione/modifiche
Installazione cartello permanente
Descrizione tipologia Atto abilitante l'attivitàAi sensi della normativa in materia di semplificazione amministrativa vigente in Regione Lombardia, in particolare con l’entrata in vigore della Legge Regionale 02/02/2007 n. 1 e della Legge Regionale 02/04/2007 n. 8 e art. n.49 D.L. 78/2010, l’adempimento amministrativo che dà titolo ad iniziare ad esercire una nuova attività di acconciatore e di estetista è il deposito della Segnalazione Certificata di Inizio Attività - S.C.I.A. presso l’Amministrazione comunale nel cui territorio viene svolta l’attività.
La S.C.I.A. deve essere presentata anche nei casi di modifica significativa dell’attività.
La S.C.I.A. è resa sotto forma di dichiarazione sostitutiva di atto di certificazione e/o atto di notorietà, redatta sulla modulistica richiamata in questa scheda e la sua presentazione allo Sportello Unico per le Attività Produttive - SUAP -, costituisce titolo per intraprendere con decorrenza immediata l’esercizio dell’attività, senza necessità di ricevere alcun ulteriore assenso da parte della Pubblica Amministrazione.

RequisitiLe attività di acconciatore e di estetista possono essere esercitate dalle imprese individuali e dalle società artigiane, costituite nelle forme previste dalla legge 443/1985, a condizione che il titolare, tutti i soci e gli eventuali dipendenti siano in possesso dei requisiti tecnico-professionali. Le società non artigiane devono avvalersi di un Direttore Tecnico professionalmente qualificato. Lo svolgimento dell'attività di acconciatore è subordinato al possesso della qualificazione professionale conseguita ai sensi degli artt. 3, 6 e 7 delle legge 17/08/2005 n.174. Deve sempre essere garantita la presenza nell’esercizio della persona in possesso dei requisiti professionali. In caso di sua assenza, anche se temporanea, dovrà essere presente un’altra persona in possesso di tali requisiti
L’apertura di una attività di acconciatore e di estetista non è subordinata al rispetto del criterio della distanza minima o di parametri numerici prestabiliti, riferiti alla presenza di altri soggetti svolgenti la medesima attività. Il locale, presso cui si intende esercitare la propria attività di servizio, deve rispettare la normativa vigente compresa quella in materia di prevenzione incendi, urbanistica (ad es. deve avere la destinazione d'uso commerciale o artigianale) e igienico-sanitaria. Le imprese di acconciatura, oltre ai propri specifici trattamenti e servizi, possono svolgere esclusivamente prestazioni semplici di manicure e pedicure estetico.
Relativamente all’iscrizione presso la Camera di Commercio: - iscrizione al Registro Imprese od all'albo delle Imprese artigiane presso la competente C.C.I.A.A.. Le imprese o società di nuova costituzione potranno iscriversi anche in un secondo momento. La presentazione della SCIA presso MUTA consente l’iscrizione contestualmente all’avvio dell’attività.
Il locale presso cui si intende esercitare la propria attività di servizio deve rispettare la normativa vigente compresa quella in materia di prevenzione incendi, urbanistica (ad es. deve avere la destinazione d'uso commerciale o artigianale) e igienico-sanitaria
Il SUAP provvederà ad inoltrare copia delle S.C.I.A. depositate alla ATS Insubria (ex ASL) competente per territorio.
PRATICHE DI CAIRATE:
Si informa che è stata emessa l'ordinanza n.3 del 18/02/2016 del Sindaco di Cairate per determinare gli orari di apertura/chiusura delle attività di acconciatore, estetista ed affini per l'anno 2016. E' possibile visualizzare l'ordinanza nel settore Pianificazione.

Modalità di presentazione/ritiro dell'instanzaLa S.C.I.A. deve essere presentata prima dell’inizio dell’attività o prima di apportare modifiche al locale o alle condizioni originarie d’esercizio (trasferimento di sede, variazioni superficie). In base alle nuove regole stabilite dal DPR 160/2010, una pratica SCIA - composta dalla nuova modulistica e dai relativi allegati non può più essere presentata in forma cartacea allo sportello Suap.

Per le modalità di presentazione della SCIA, occorre utilizzare il ''link utile'' indicato a fine pagina per visitare la pagina ''cos'è la SCIA e come si invia''.

L’utente è inoltre tenuto a presentare apposita denuncia alla S.I.ECO. SRL Via Cav. Colombo n. 34 - 21012 - CASSANO MAGNAGO, ai fini delle modifiche riguardo l’applicazione Tariffa Gestione Rifiuti Urbani, tramite la compilazione del modulo scaricabile in ''LINK UTILE'', ovvero a comunicare alla medesima società l’avvenuto cessazione.

Il posizionamento di insegne è subordinato alla presentazione di idonea istanza all’Ufficio SUAP con le modalità di cui alla scheda “insegna di esercizio” vedi ''PROCEDIMENTI COLLEGATI''

ValiditàLa presentazione al Comune della modulistica unificata costituisce titolo valido a tempo indeterminato per l’immediato avvio dell’attività indicata fino al verificarsi di sub-ingressi all’attività - cambio di denominazione/ragione sociale senza modifiche strutturali dell’attività – sospensione – ripresa - cessazione dell’attività, avvenimenti per i quali dovrà essere inoltrato al S.U.A.P. il Modello indicato in 'Procedimenti collegati'
Secondo quanto previsto dall'art.19, comma 3, della legge 241/1990, modificato dalla legge 124/2015: '' L'amministrazione competente, in caso di accertata carenza dei requisiti e dei presupposti di cui al comma 1, nel termine di sessanta giorni dal ricevimento della segnalazione di cui al medesimo comma, adotta motivati provvedimenti di divieto di prosecuzione dell'attività e di rimozione degli eventuali effetti dannosi di essa. Qualora sia possibile conformare l'attività intrapresa e i suoi effetti alla normativa vigente, l'amministrazione competente, con atto motivato, invita il privato a provvedere, disponendo la sospensione dell'attività intrapresa e prescrivendo le misure necessarie con la fissazione di un termine non inferiore a trenta giorni per l'adozione di queste ultime. In difetto di adozione delle misure stesse, decorso il suddetto termine, l'attività si intende vietata.

Documentazione da presentareOccorre presentare allo Sportello Unico, prima dell’inizio dell’attività, la SCIA (Segnalazione Certificata di Inizio Attività), che deve obbligatoriamente essere redatta sulla nuova modulistica unificata predisposta dalla Regione Lombardia, costituita da:
- Modello A
- Copia del documento d’identità del titolare o del legale rappresentante e del Direttore tecnico)
- SCHEDA 3 – servizi alla persona
- Copia della documentazione attestante il requisito professionale;
- Copia del documento d’identità del Direttore tecnico se diverso dal titolare
- Planimetria del locale in scala non inferiore ad 1:100, completa di indicazione delle attrezzature, degli arredi e dei rapporti aeroilluminanti
- copia dell’avvenuto versamento dei diritti per l'Agenzia di Tutela della Salute - ATS - dell’Insubria Sede territoriale di Varese, di Euro 35.05, dovuta al Servizio sanitario per la registrazione dell’attività. Per le modalità di pagamento dei diritti consultare la voce ''Diritti istruttori ed oneri''


La SCIA presentata per inizio/modifica attività sul territorio del Comune di Cairate deve essere corredata della copia del versamento dei diritti di segreteria, previsti con deliberazione del Consiglio comunale di Cairate n 53/2016.

Per la tariffa degli oneri e le modalità di pagamento dei suddetti oneri consultare la voce ''Diritti istruttori ed oneri''

Tutte le autorizzazioni e le comunicazioni richieste per legge a seconda della tipologia di attività (acque di scarico, rifiuti, emissioni in atmosfera, rumore, prevenzione incendi ecc.) devono essere acquisite dall’imprenditore prima dell’avvio dell’attività, quindi prima della presentazione della S.C.I.A. e devono essere in essa richiamate.

Riferimenti di LeggeRegolamento Comunale per acconciatore ed estetista
Legge 14 febbraio 1963 n.161
Legge 17 agosto 2005 n. 174
Legge 4 gennaio 1990 n.1
Legge 2 aprile 2007 n. 40
Legge regionale 15 settembre 1989, n. 48
Legge Regionale 02/04/2007 n. 8
Allegati
img_20procura per firmada compilarsi
img_21Mod.A - SEGNALAZIONE DI INIZIO/MODIFICA ATTIVITA' PRODUTTIVAda compilarsi
img_22Scheda 3 - ATTIVITA' DI SERVIZI ALLA PERSONAda compilarsi
Link utilehttp://www.cassano-magnago.it:81/ULISS-e/Procamm/paproc01.aspx?pro_codice=93